contenuti della pagina
  • SAM_5552Approvazione da parte del Consiglio Direttivo: APPROVATO IN VIA DEFINITIVA
  • Autorizzazione da parte delle autorità  locali competenti: AUTORIZZATO
  • Stato di avanzamento: REALIZZAZIONE IN CORSO (1 gennaio 2018 – 31 dicembre 2020)
  • Modalità di finanziamento: EROGAZIONI LIBERALI – SAD FAMIGLIE

 

 

PROGETTO SOSTENUTO PER L’ANNO 2020 CON I FONDI OTTO PER MILLE DELLA CHIESA VALDESE

Proseguimento del progetto “Eco-toilet e WASH Technologies” (2015-2017), ma ampliato nei contenuti, il progetto “Igiene e Alimentazione” è implementato in loco dall’ONG di Dhaka SPACE (Society for People’s Action in Change and Equity) e interviene nell’ambito della nutrizione e delle cosiddette WASH technologies (Water, Sanitation, Hygiene).

L’obiettivo specifico del progetto 2018-2020 è fare in modo che, soprattutto attraverso la formazione delle donne, le famiglie estremamente povere di 3 villaggi del distretto di Chapainawabgonj possano emergere da una situazione di estremo rischio per la salute dovuto alla facilità di contrarre gravi malattie intestinali e alla malnutrizione. Le attività previste per il raggiungimento di questo obiettivo sono principalmente:

  • indagine di riferimento;
  • formazione e sensibilizzazione su igiene e salute;
  • installazione di 85 eco-toilet e igienizzazione;
  • installazione di migliori stufe di cottura;
  • piccola agricoltura e giardinaggio;
  • raccolta delle acque piovane;
  • gestione e riciclo dei rifiuti;
  • sviluppo della catena di mercato;
  • distribuzione di micronutrienti;
  • registrazione di nascita dei bambini;
  • monitoraggio e reporting.

Il ruolo delle donne, in quanto madri di famiglia, è considerato fondamentale per la realizzazione positiva del progetto.

Con l’installazione delle eco-toilet (oggetto di studio e realizzazione da parte della comunità internazionale in altri progetti), si mira a raccogliere i rifiuti organici umani (che in questo modo non andranno più a contaminare i pukur e l’ambiente circostante) per andare ad utilizzarli, dopo un adeguato sistema di compostaggio, come fertilizzante organico per la coltivazione, in modo da evitare l’utilizzo dei fertilizzanti chimici.

Il progetto mira in questo modo a sviluppare anche il mercato alimentare locale, coinvolgendo istituzioni locali governative e non, il settore privato e soprattutto puntando ad una partecipazione attiva della comunità, che dovrà contribuire ai costi del progetto tramite contributi in denaro e/o lavori di manodopera.

MODALITA’ DI CONTRIBUTO:

Contributi/Forme di sostegno a distanza:

  • 40 euro all’anno per 3 anni: contributo per l’addestramento, il materiale didattico ed i servizi richiesti alla coltivazione di orti di famiglia; coltivazioni biologiche; impiego di compost e di fertilizzanti naturali.
  • 80 euro all’anno per 3 anni: contributo per attività di sensibilizzazione, addestramento e materiale didattico relativo alle ecotoilet; alle nuove stufe da cucina; al riciclaggio dei rifiuti, alla raccolta ed utilizzo delle acque piovane.
  • 200 euro l’anno per 3 anni: sostegno a distanza per la costruzione di n.1 Ecotoilet + addestramento della famiglia.
  • 500 euro una volta: sostegno a distanza per la costruzione di n.1 Ecotoilet + addestramento della famiglia.
  • erogazioni liberali.
Igiene e Alimentazione nel Barind: soluzioni locali ed ecologiche per la prevenzione del sottosviluppo psico-fisico dei bambini del Barind attraverso la formazione delle madri